Gioiosa J., Loccisano: ” Da noi nessun rimborso, si gioca per divertirsi”

Fonte: Reggio nel Pallone

Il D.G. biancorosso ha parlato del progetto portato avanti dalla società, che prevede squadra a ‘chilometri zero’ e nessun rimborso per i calciatori

Pur uscendo sconfitto dal “Campoli” di Bocale, il Gioiosa Jonica ha mostrato un’ottima crescita e tanto carattere, doti che torneranno utili nella corsa alla salvezza, obiettivo primario della formazione di mister Mazzone.

Aver acquisito il titolo sportivo del San Giuseppe durante l’estate, ha dimostrato quanto il progetto portato avanti dalla società ionica sia concreto e importante, con il fine ultimo di consegnare alla città di Gioiosa un ruolo prestigioso nel calcio dilettantistico regionale, percorrendo un passo dopo l’altro.

Della partita, della stagione appena iniziata, e, più in generale, dei programmi societari, ne abbiamo parlato con il Direttore Generale del club biancorosso, Rocco Loccisano: “Siamo dispiaciuti per la sconfitta con il Bocale, ma la prestazione dei ragazzi ci ha soddisfatto, hanno lottato fino alla fine dimostrando che potremo giocarcela con tutti; tenendo i piedi ben saldi a terra e lavorando sodo, cercheremo di arrivare a fine stagione al prezioso traguardo della salvezza. Il nostro è un progetto importante, mantenendo quanto di buono fatto lo scorso anno e riportandolo in Promozione; abbiamo rinforzato la squadra con elementi d’esperienza come i fratelli Aquino, gli Albanese e qualche altro, ma il progetto nostro rimane invariato. Abbiamo un organico che può far bene, anche se contro il Bocale c’era qualche assenza; aspettiamo il ritorno dal viaggio di nozze di Vallelonga, mentre in panchina avevamo Cuscunà, ragazzo su cui puntiamo molto. Il mister ha questa squadra a disposizione e sa di poter lavorare con serenità, avendo alle spalle una società che non farà mai mancare il proprio supporto, rimanendo uniti verso un traguardo comune. La squadra allestita è quasi tutta di Gioiosa, a parte qualcuno di Gioiosa Marina e di Locri; tengo a precisare inoltre che la nostra società non spende nulla per i calciatori: i ragazzi vengono a giocare solo perché amano farlo, vogliono divertirsi e noi facciamo del nostro meglio per farli divertire; stipendi o rimborsi da noi non ci sono.”

Commenta