Per il Bocale esordio vincente, ma il Gioiosa esce a testa alta

 

Fonte: Reggio Nel Pallone

Nella prima giornata del torneo 2016/2017 arriva il successo casalingo per il Bocale ADMO, il quale supera di misura un Gioiosa Jonica caparbio e coraggioso, ben messo in campo da mister Mazzone.

Leonardis, per esigenze tecniche e fisiche, cambia sei uomini rispetto alla formazione mandata in campo a Gallico; assenti tra gli altri Saviano e Tuzzato mentre Savino parte dalla panchina. Mazzone si affida all’esperienza di Vincenzo e Davide Aquino, lo scorso anno prima al Marina di Gioiosa, poi a Guardavalle.

Primi 35′ di gioco interamente di marca Bocale, che mostra un sontuoso Laurendi a metà campo e uno scatenato Scilipoti come esterno d’attacco. Proprio dalla sua fascia, la destra, nascono le principali chance dei padroni di casa; al 23′ il forcing del Bocale viene premiato, quando Borghetto crossa e Siclari di testa batte Primerano, sbloccando il risultato. Sull’onda dell’entusiasmo, Laurendi e compagni sfiorano il raddoppio: prima Pannuti calcia al volo su sponda di Siclari, trovando la deviazione in angolo di un difensore; poi è Secondi che, appostato al limite, riceve un cross e gira al volo (nell’immagine principale), trovando la parata del portiere. Nel finale di tempo i padroni di casa tirano il fiato e il Gioiosa quasi ne approfitta; al 37′, su un pallone impennatosi in mezzo all’area, Mesiti tenta di sorprendere il portiere in rovesciata, ma Pecora respinge in angolo; al 40′ Nicola Catalano prova il sinistro a giro da fuori, ma ancora il portiere ex-San Giuseppe si distende a devia sul fondo.

Nella ripresa il Gioiosa continua il pressing esponendosi ai contropiede del Bocale. Al 12′ Scilipoti vola via sulla destra e da posizione defilata calcia in diagonale; Primerano con la punta del piede devia e la sfera si infrange contro il palo. Due tentativi per il Gioiosa a ridosso del 20′, ma prima Mesiti al volo guadagna solo un angolo, poi Albanese non riesce a controllare da buona posizione l’assist fornito da Fiumara e la sfera si spegne a fondo campo. Per una ventina di minuti la partita si srotola su due binari standard: il Gioiosa prova a costruire e crea mischie infruttuose; stesso esito per le ripartenze del Bocale con Scilipoti e Siclari che non riescono a finalizzare. La stanchezza si comincia a far sentire sempre più minuto dopo minuto nelle gambe dei calciatori, così ad incidere sull’esito della partita è un calciatore fresco entrato in campo da pochi minuti: è il 40′ quando Savino, subentrato da sette minuti, vola via sulla destra e crossa per Siclari, il cui tentativo viene respinto da Primerano; sul pallone vagante arriva Pannuti che calcia con precisione nell’angolo lontano, firmando il raddoppio. Sembra ormai finita per il Gioiosa, il quale trova tuttavia un sussulto due minuti dopo, grazie alla magistrale punizione di NicolaCatalano che scavalca la barriera e batte Pecora. La rimonta ionica rimane però a metà e il Bocale porta a casa i primi tre punti.

Buon esordio casalingo per i ragazzi di Leonardis, che dimostrano anche di saper soffrire; al Gioiosa vanno gli applausi per la prestazione, ma continuando su questa strada, oltre ai complimenti arriveranno anche i punti.

Commenta